Energia, Francescangeli (Ugl): Boschi sbaglia. Togliere potere alle Regioni sarà grave danno

(AGENPARL) – Roma, 06 set – “Inviterei il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, ad essere piu’ chiara sulle competenze che spettano allo Stato e alle Regioni. Proprio sul tema dell’energia e dell’ambiente le regioni devono continuare, a nostro avviso, ad essere protagoniste e voce dei rispettivi territori. Togliergli il potere legislativo su temi cosi importanti e delicati arrecherebbe solo ulteriori danni al Paese. Il Governo si occupi delle strategie di rilancio di un’economia nazionale completamente in ginocchio”.
Queste le parole di Daniele Francescangeli, segretario nazionale dell’Ugl con delega alla siderurgia, in risposta al ministro Boschi.
“Siamo stanchi dei soliti spot pubblicitari del Governo: l’Italia e’ sempre un passo indietro rispetto agli altri paesi europei. In particolare, su temi quali ambiente ed energia, siamo ancora ai nastri di partenza”.
Per il sindacalista “l’approvvigionamento elettrico è vitale per un paese fra i più sviluppati al mondo. Siamo convinti che bisogna nell’immediato fare dei consorzi energivori come già accade in Belgio, Francia e Germania per  abbassare i costi e ampliare le energie rinnovabili, entrare quindi, nell’economia circolare  e rafforzare l’ inter connector, ovvero la trasportabilità della rete nazionale. Senza tutto  questo – conclude –  ogni tipo di annuncio precipitera’ nel dimenticatoio. Proprio sul tema dell’ambiente l’Ugl aprira’ un concreto e interessante dibattito, a partire dal 19 settembre prossimo, a Bari. Ma saranno nove gli appuntamenti distribuiti su tutto il Mezzogiorno e durante i quali l’Ugl proporra’ una vera e propria azione di riscatto del Sud. Abbiamo necessita’ – continua – di analizzare le molteplici problematiche che affliggono il territorio e lavorare insieme ad una “primavera’ del Meridione.  Massima attenzione – conclude – sara’ rivolta al binomio imprescindibile tra  ambiente ed energia”.